Sistema immunitario

Immunologia

, , ,

L’immunologia sta vivendo un grande momento di espansione.
Nata con il contributo nell’eradicazione di malattie infettive attraverso i vaccini, è oggi il motore, insieme alla genetica molecolare, della rivoluzione biotecnologica.

Lo spettro delle patologie in cui sono coinvolte risposte di tipo immunitario è enormemente ampliato. Fino a poco tempo fa si pensava che le difese immunitarie fossero coinvolte nelle patologie infettive, nelle malattie autoimmuni e nel controllo del rigetto in trapiantologia.
Oggi il discorso sui tumori é in piena espansione e si sono aggiunte malattie, come quelle cardiovascolari di cui non si sospettava il coinvolgimento dell’immunità. Per esempio oggi sappiamo che per l’infarto dai grossi vasi il genotipo IL.1 ha un peso maggiore dell’ipercolesterolemia.
Non sempre i dati disponibili hanno consentito di sviluppare farmaci in grado di risolvere le patologie, ma rappresentano la strada del futuro.

Le informazioni circa il ruolo dell’immunologia nella lotta contro i tumori sono numerosissime. Vanno comunque interpretate con estrema cautela e per ora le applicazioni terapeutiche sono limitate. Per lo più alla diagnostica attraverso l’utilizzo di anticorpi monoclonali. Il loro impiego nella pratica clinica, oltre a malattie dei sistema ematopoietico (mieloma) è per lo più limitata a tipi ben definiti di neoplasia (tumori vescicali localizzati). Anche perché spesso non esiste un immunodeficit, ma piuttosto un difetto di comunicazione tra le linee di sottopopolazioni linfocitarie implicate nel processo.
Un target importante è rappresentato dal binomio infiammazione/cancro. Si iniziano a conoscere i meccanismi all’origine del legame: l’infiammazione rappresenta il combustibile che tiene acceso il motore di alcuni processi all’origine dei tumori.
Una molecola antinfiammatoria può avere attività antitumorale nei pazienti con adenomatosi familiare del colon.
Le malattie autoimmuni sono in aumento. Per un mancato riconoscimento del “se”, ovvero dell’individualità specifica delle cellule (o di suoi componenti), sempre più violate da agenti fisici, chimici, batterici. Il sistema di difesa ha difficoltà ad individuare, come proprie, cellule che hanno avuto dei cambiamenti morfologici ed inizia un processo di autodifesa mirato ad eliminarle. Così nell’artrite, nel lupus, nella sclerodermia, nella tiroidite ed in altre patologie meno frequenti che rientrano appunto nel capitolo delle autoimmuni. Esistono terapie immunologiche, spesso combinate che, anche se non in grado di determinare la guarigione, possono curare i soggetti colpiti, nell’obiettivo di indurre remissioni prolungate e migliorarne la qualità della vita.

Per approfondire
https://www.topdoctors.it/articoli-medici/immunoterapia-oncologica-i-progressi-nel-trattamento-dei-tumori

https://www.scienzaeconoscenza.it/blog/cancro-medicina-alternativa-cure-naturali/tumore-fitoterapia-pnei?fbclid=IwAR2822hrAXoTmq02WR8M59cfTHbbn55lT4MBPoLLLpG5YBU0xSkphBJPAZs
https://www.tecnichenuove.com/immunologia-e-fitoterapia.html

https://www.tecnichenuove.com/curare-il-diabete-con-le-piante-medicinali.html

Il cancro: pirata molecolare

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>